Bondage: legare, giocare e stuzzicare

Il bondage è un’arte estremamente affascinante, le cui pratiche – ad esempio, il bendaggio – varcano i limiti del piacere convenzionale. La domanda che ci si pone spesso è: da dove iniziare? Quali strumenti utilizzare? Ma soprattutto, come introdurre l’argomento con il proprio partner? In che modo sentirsi a proprio agio e, allo stesso tempo, sensuali?

knots bondage

Nella nostra prima guida al bondage per principianti, che vi consiglio di leggere prima di iniziare, trovate tutte le basi dalle quali non si può prescindere: capire cos’è il bondage, che pratiche esistono, quanto sia importante definire limiti e soprattutto la comunicazione tra i partner.

Ricordatevi che la comunicazione – prima, durante e dopo l’atto – è la chiave per godersi il BDSM (o per qualsiasi altro tipo di pratica fetish).

Accessori, giochi e pratiche

Sul mercato, esistono molti libri dedicati agli accessori, ai giochi e alle pratiche del bondage. Di seguito, troverete una guida introduttiva per chi sta iniziando a conoscere quest’arte.

Bende/Mascherine: Ai principianti, raccomandiamo sempre di iniziare con il blindfolding, ovvero l’atto di bendare il partner. Questa pratica amplifica le sensazioni e consente di concentrarsi sul tocco dell’altro/a. Esistono diverse bende in seta o in raso, ma se preferite essere più “spontanei”, potreste tranquillamente utilizzare una cravatta, una sciarpa, uno scialle o un fazzoletto di tessuto. Chi verrà bendato potrà essere stuzzicato in vari modi: con le mani (massaggi o carezze), con le labbra, la lingua, o anche con una piuma, perfetta per i preliminari ma anche durante l’atto sessuale, in quanto amplifica le sensazioni fisiche e mentali.

Collari e guinzagli: Il collare e il guinzaglio sono due accessori bondage versatili e piuttosto standard, ma pur sempre trasgressivi. Possono essere lisci o rivestiti con del pelo, per prevenire le irritazioni della pelle ed evitare che il collare possa risultare troppo stretto. Esistono anche dei modelli in pelle, altrettanto comodi, ma dal look più ricercato. Molti sono dotati di un lucchetto, di un guinzaglio e di una catena, in modo che le coppie possano sperimentare la posizione che vede il partner inginocchiato o “a quattro zampe”.

Manette: Le manette – un classico del bondage – sono tra gli accessori più diffusi. Sono sexy, versatili – si possono attaccare ovunque – , e semplici da indossare e da rimuovere, perfette per godersi il momento senza alcuna preoccupazione. Infatti, nono è obbligatorio utilizzare la chiave. Si può cominciare legando le mani tra loro, per poi legarle al letto o a un altro mobile, e infine alle caviglie. Anche in questo caso, esistono diverse opzioni sul mercato, tra cui le manette pelose, che si presentano come ottima alternativa a quelle classiche di metallo.

Lacci e corde: Per i principianti, raccomandiamo sempre di optare per il nastro o per la corda in nylon, piuttosto che per quella di cotone o di canapa (che potrebbe provocare delle ustioni da sfregamento). Il nylon è più morbido, mentre il nastro è spesso realizzato in raso. All’inizio, è importante annodare i lacci e le corde tra di loro, prima di provarli sul proprio partner, per imparare a slacciarli velocemente. Evitate i nodi complicati e le zone del corpo un po’ più “rischiose”, come ad esempio il collo. Iniziate dai polsi e/o dalle caviglie, e ricordate di chiedere ai vostri partner se si sentono a proprio agio o se avvertono del pizzicore o dei formicolii strani. La regola del pollice vuole che si lasci sempre dello spazio – il tanto da farvi passare due dita – tra il corpo e la corda, per prevenire le ustioni da sfregamento.

Bracciali per polsi e caviglie: I bracciali per i polsi e le caviglie sono un’ottima alternativa alle manette. Sono realizzati in materiali diversi (da quelli in pelle con le fibbie, al velcro con gli strap). Questi ultimi sono ideali per i principianti, in quanto vengono stretti in base alle proprie preferenze e, soprattutto, sono rimossi con estrema facilità. Potrete dare spazio alla vostra creatività, partendo dal legare i polsi, fino ad arrivare a legare i polsi e le caviglie ai quattro angoli del letto. In alcuni bracciali, è possibile rimuovere le catene; altri hanno delle cinghie lunghe incorporate, in modo da poter essere attaccate agli angoli del letto o ad altri mobili. Alcuni hanno dei lucchetti, altri no. Mettevi comodi e scegliete i bracciali che fanno al caso vostro.

Come comportarsi dopo?

A volte, nella foga del momento, ci si scorda che la comunicazione viene prima di tutto. Dopo aver slegato il proprio partner, passate del tempo assieme: prendetevi cura delle zone arrossate (mettendovi sopra del ghiaccio o della crema); rimanete abbracciati – ad alcune coppie piacciono le coccole – ; chiacchierate (parlate di ciò vi è piaciuto, di che cosa vorreste provare la prossima volta). La comunicazione è importante: prendetevi tutto il tempo che vi serve per riposarvi, ricaricarvi o prepararvi al prossimo round.

Divertitevi

Il bondage accresce la fiducia nella coppia e rinforza le relazioni. Non è semplice lasciarsi andare e mettersi completamente nelle mani dei proprio partner, o, dall’altra, rivestire il ruolo dominante, alla ricerca di un equilibrio tra piacere e dolore. Comprendere le necessità dei propri partner è un processo che richiede del tempo, ma che a lungo andare rafforzerà senza dubbio il rapporto di coppia.

(Holly - BDSM expert)

Holly vive a Shanghai ed è appassionata ed esperta di BDSM. Ci da un punto di vista personale e dei consigli su come affrontare i ruoli specialmente nel bondage.

0 I like it
0 I don't like it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *