I veri uomini non temono i vibratori, li usano

smart men

Gli uomini sono spesso intimiditi dai vibratori, non è un segreto. Potrei iniziare ad elencarvi un’infinita lista di ragioni per cui non vale davvero la pena di essere spaventati dai sex toys, ma ho pensato che sentire l’opinione di un uomo rendesse il tutto più facile, dopo tutto lui è un uomo! Ho chiamato quindi in causa il Co-founder&CEO di pureeros, Evren Inangiray, per parlarvi di uomini e vibratori.

Noi uomini siamo indubbiamente scettici quando si tratta di vibratori, che siano classici oppure per la coppia – per non parlare poi dei sex toy rivolti al pubblico maschile, di cui magari parlerò in un’altra occasione. Il primo pensiero che abbiamo è che questi “cosi” in silicone ci renderanno inutili come uomini. Partiamo da qui.

Oggi le donne sembrano non avere più di tanto bisogno degli uomini, o almeno non come una volta: sono più autonome, indipendenti, determinate e sanno quello che vogliono.

Chiarisco subito una cosa, per sfatare ogni possibile dubbio: io sono femminista.
Come uomo sono incredibilmente orgoglioso del fatto che si stiano facendo passi avanti verso la parità di genere e sono in prima linea nel sostenere le donne nelle loro lotte affinché si arrivi ad una vera parità. Sono un convinto promotore dell’ #heforshe.

Puntualizzato questo, continuerò il ragionamento.

Da un punto di vista di ruoli, all’uomo è stato tolto quello di essere la figura di riferimento-affidamento per la famiglia, intesa come la persona incaricata di provvedere a figli e moglie – il che ha anche tutti i suoi aspetti positivi. Ci stiamo abituando a questo cambiamento, o almeno, gli uomini intelligenti lo stanno facendo con apertura e serenità. Quando entriamo nella sfera sessuale, oggi abbiamo un bombardamento continuo proveniente dal porno che ci fa sentire inadeguati rispetto alle nostre prestazioni. Aggiungiamo inoltre le influenze legate alla pubblicità e ad uno stereotipo di uomo palestrato in perenne forma perfetta, che certo non aiutano.
Credo che le donne che stanno leggendo possano ben capire di cosa parlo.

In questo contesto quindi noi uomini vediamo i vibratori come un “nemico”, capace di toglierci un altro ruolo, al quale, il nostro ego maschile è fortemente attaccato.

Tutti questi pensieri nascono però da un’ignoranza di fondo.

Ignoranza intesa come mancanza di un’adeguata educazione alla sessualità che ci permetta di costruire il nostro “essere uomo” su basi reali e corrette, che ci insegni come funziona la sessualità femminile e come i vibratori possano in realtà essere degli affidabili amici.

Quando ci capita quindi la richiesta di utilizzare un vibratore nella coppia, il primo pensiero è “ma se le piace più di me? Non sarò mai in grado di fare quello che fa il vibratore, quindi lei non mi vorrà più”.
Se guardiamo invece un pochino oltre le nostre paure, capendo come funzionano effettivamente le donne e cosa le porta all’orgasmo, potremmo iniziare a vedere uno spiraglio di speranza nei vibratori.

Ed è qui, care donne, che abbiamo bisogno di voi. In generale vogliamo capire come funzionate.
Dopo tutto, non c’è niente che appaghi l’ego maschile di più che vedere la nostra partner soddisfatta e se utilizzare un vibratore può esserci d’aiuto per questo.. perchè no?

I veri uomini sono quelli che riescono a capire e ad accettare tutto questo senza problemi, anzi con entusiasmo, perchè se la vostra donna è soddisfatta e adora giocare con voi – e con un toy, alla fine sarete più felici anche voi.

Quindi care donne, se sentite che volete provare ad usare un vibratore con un partner, ditelo. Molto meglio parlare di cosa vi piacerebbe fare di diverso, trovare un modo magari giocoso per iniziare a prendere confidenza con il toy, piuttosto che fingere l’orgasmo per farci felici.

Cari uomini, non abbiate paura dei vibratori, non vi sostituiranno. Al contrario, vi aiuteranno ad aumentare la vostra intimità di coppia. E ricordatevi di ascoltare la vostra partner, in questo lei ne sa sicuramente più di voi.

(Co-Founder&CEO of pureers)

Sono un uomo incredibilmente orgoglioso del fatto che si stiano facendo passi avanti verso la parità di genere e in prima linea nel sostenere le donne nelle loro lotte, specie quando si tratta di sessualità e salute. Molto spesso bisogna sapersi ascoltare, la comunicazione è la base di ogni rapporto.

1 I like it
0 I don't like it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *